meravigliosi corsi di formazione- decaloghi di un assistente sociale

influencerUn post su fb, ieri, pubblicizzava un corso UNIVERSITARIO per diventare influencer… si avete capito bene… influencer…

in un primo momento ho pensato che solo un idiota potrebbe pensare che un corso del genere possa davvero aprirti una carriera, poi alla rassegnazione si è aggiunta la rabbia nei confronti di un sistema formativo che ha perso la bussola, poi si è aggiunta la frustrazione di essere stato io stesso “forviato” da certe proposte.

E allora ho pensato “forse è il caso di definire quelle poche regole che, all’alba del mio quarantaseiesimo anno di età, spero mi impediranno sia di essere ancora idiota, sia di perdere tempo”

Le mie regole per evitare di perdere tempo con la formazione sono:

1) conosci almeno 10 persone che fanno il lavoro per cui quel corso ti forma? Se la risposta è no vuol dire più o meno che la domanda è già soddisfatta dall’offerta.

2) se esiste qualcuno che sta già facendo quel lavoro senza aver dovuto fare nessun corso significa che la formazione non è riconosciuta da una normativa e la personalità per chi fa quel tipo di attività è più importante rispetto alla sua formazione

3) se alla prima giornata di corso il docente si sente di dire una frase come “lavoro ce n’è” vuol dire esattamente il contrario

4) se il lavoro per il quale ti formano è così bello da non sembrare vero semplicemente non è vero.

5) quando un lavoro non rende, insegnarlo diventa l’unico modo per guadagnarci.

6) se per accedere al corso non servono titoli particolari probabilmente ti forma per un lavoro che non è poi così particolare

7) se lo stesso tipo di attività viene fatta in America o negli stati nord-europei, ma qui non ha ancora preso piede, vai a fare un corso in America o in Scandinavia… e restaci se vuoi lavorare

8) se hai superato i quaranta, non fare un corso per cambiare la tua vita lavorativa, perché non succederà, se invece ti piace fallo perché occuperai in modo divertente il tuo tempo.

9) fra corso universitario e corso non-universitario scegli sempre il primo

10) se puoi fare il tuo lavoro, senza quel corso di formazione, spendi i soldi divertendoti, renderà più facile lavorare.

detto questo… credo che il prossimo corso che faccio sarà per diventare mastro birraio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...